Pulire un Bong : Una guida completa

Pulire un Bong

Mangeresti la tua cena da un piatto sporco? Berreste da un bicchiere macchiato? Speriamo che la risposta a entrambe le domande sia un sonoro ‘NO’! Pertanto, ci stupisce sempre quando sentiamo che i proprietari di bong non hanno problemi a fumare da un pezzo di vetro sporco, Pulire un bong è Fondamentale .

Non ci vuole molto perché un bong immacolato diventi una discarica tossica, il che non solo nuoce alla qualità del tuo fumo, ma potrebbe anche danneggiare la tua salute. Se vuoi ottenere il meglio dal tuo bong, puliscilo regolarmente. Questa guida vi mostrerà come.

Come pulire un bong – Informazioni per tutti i proprietari di bong

Quando si tratta di pulire un bong, la domanda centrale è: “Quanto spesso dovrei farlo?

Questo dipende dalle preferenze personali, ma anche da quanto spesso usi il dispositivo. Alcuni fumatori appassionati puliscono il loro bong dopo ogni singola sessione! Questo è probabilmente un po’ eccessivo. Tuttavia, se sei un fumatore accanito, lavarlo ogni secondo giorno non è una cattiva idea.

Perché hai bisogno di un bong pulito

Oltre a rendere l’erba più gustosa, un bong pulito preserva la tua salute. Se ti ostini a usare un pezzo sporco, rischi un’infezione respiratoria, che rovinerà le sessioni future. C’è anche una piccola possibilità di contrarre un’infezione polmonare, una notizia terribile per i fumatori d’erba!

Perché sei a rischio quando usi un bong sporco? Dovrebbe essere una questione di buon senso, ma è così. L’acqua stagnante nei bong e nelle pipe ad acqua è un ottimo terreno di coltura per funghi e batteri. Per esempio, hai visto macchie nere sul soffitto di un bagno senza un’adeguata ventilazione?

Potresti anche aver notato una pellicola rosa, che è un fungo. Uno dei tipi più comuni, il Fusarium, cresce in luoghi umidi. Il Fusarium è anche capace di distruggere completamente le piante di cannabis. La muffa tende ad accumularsi intorno ai recuperi e ai percolatori, due delle aree più difficili da pulire.

La muffa varia in termini di aspetto e colore, ma è disponibile in verde, nero, grigio, rosa e bianco. Se usi un bong sporco, c’è il pericolo che tu stia inalando le spore della muffa; una ricetta per la malattia. Se questa non è una ragione sufficiente per pulire regolarmente il tuo bong, eccone altre tre:

L’erba dal sapore fresco

Idealmente, quando usi un bong otterrai un tiro pulito e dal sapore fresco. Dato il prezzo della marijuana in alcuni stati, ha senso avere i soldi spesi bene. Tuttavia, se non si pulisce il bong, si ottengono residui di sessioni precedenti. Potresti anche inalare il fumo che è passato attraverso l’acqua in cui il tuo amico ha sbavato in una sessione passata.

Quando inali un fumo più pulito, è meglio per il tuo sistema respiratorio. Si gode anche il gusto del fumo più come i sapori vengono attraverso.

Colpi più fumosi

Ti è mai capitato di fare uno strappo, solo per essere così duro per i tuoi polmoni che non hai avuto altra scelta che tossire? Puoi ridurre il rischio che questo accada pulendo il tuo bong. Se non altro, assicurati di cambiare l’acqua dopo ogni sessione. Inoltre, un bong pulito aiuta il percolatore a lavorare alla sua massima capacità. Un perc intasato vi impedisce di ottenere un fumo omogeneo.

Superior High

Il miglior colpo che otterrai da un bong pulito. Il fumo carico di THC ha un percorso diretto dal bong ai tuoi polmoni. Se c’è un accumulo di resina appiccicosa ai lati della base e vicino al collo, non otterrai i pieni effetti dell’erba.

Dovresti pulire il tuo bong nei seguenti casi. Se:

  • C’è un accumulo significativo di resina.
  • L’acqua del bong è scolorita, marrone e maleodorante.
  • Si può vedere una pellicola viscida all’interno del bong.
  • C’è una visibile muffa grigia o bianca sulla resina.
  • Puntini neri o bianchi punteggiano le pareti della pipa.

Come pulire un bong senza alcool

L’alcol è prevalente per la pulizia dei bong. Pertanto, abbiamo deciso che sarebbe stata una grande idea mostrarvi come pulire un bong senza alcool. L’alcol isopropilico è un solvente domestico perfettamente sicuro da usare. Tuttavia, ci sono molti utenti che preferiscono invece imparare come pulire un bong di vetro senza alcol.

È un metodo che richiede un po’ più di tempo, ma alla fine riuscirai a fare il lavoro. Per prima cosa fai bollire abbastanza acqua da coprire tutto il bong in una pentola, poi riduci il fuoco a fuoco lento e immergi il tuo bong nell’acqua per 30 minuti. È un processo delicato.

Troppo caldo e il vetro potrebbe rompersi se l’acqua evapora e lascia parte del pezzo esposto. Troppo freddo e l’acqua non rilascerà alcuna bolla. Scola l’acqua dopo mezz’ora e usa gli scovolini e gli asciugamani di carta.

Altre opzioni di pulizia del bong

Un altro metodo standard per pulire un bong di vetro senza alcool è quello di usare il limone insieme all’acqua bollente. Ancora una volta, fai bollire l’acqua e aggiungi il succo di limone al bong. Molti utenti raccomandano l’acqua purificata. Se questo è il tuo caso, assicurati di filtrarla prima.

Versa l’acqua bollente nel bong, agita bene e aspetta circa cinque minuti. Questo processo permette all’acido del succo di limone di aiutare a sbarazzarsi della sporcizia. Versa la soluzione dal bong e sciacqualo con acqua calda.

Un’altra opzione è quella di far bollire abbastanza acqua per immergere il bong in una pentola. Riduci il calore, in modo che l’acqua sia sobbollente e lascia il pezzo in acqua per circa 30 minuti. L’acqua deve rimanere abbastanza calda da rilasciare alcune bolle. Tuttavia, se è troppo calda, evaporerà e lascerà il vetro scoperto. Scola l’acqua quando il tempo è finito e aspetta che il bicchiere si raffreddi. Infine, usa dei tovaglioli di carta per pulire il bong.

Il problema principale di entrambi i metodi descritti sopra è la possibilità di rompere il tuo bong in acqua calda. I bong di vetro di oggi dovrebbero essere abbastanza robusti da sopportare il calore. Se preferisci non correre il rischio, ci sono altre opzioni.

Il metodo di pulizia del sale in 5 passi

Molti utilizzatori di bong giurano sul potere pulente del sale. Questo è un processo rapido come vedrete:

  1. Versare tre o più cucchiai di sale nel bong attraverso il bocchino. Più il sale è grosso, meglio è.
  2. Riempite il vostro bong con acqua calda fino a quando è appena sotto la linea del fusto.
  3. Coprire il foro del fusto e il foro del bocchino e iniziare ad agitare il pezzo di vetro. Fai questo per qualche minuto.
  4. Versare l’acqua sporca nella toilette.
  5. Continua a sciacquare con sale e acqua calda fino a quando non sei soddisfatto che il pezzo sia pulito. A questo punto, risciacquare fino a quando il sale è completamente sparito.

Ci sono alcuni prodotti esclusivi sul mercato che possono aiutare a pulire il tuo bong in un paio di minuti. Se il tuo bong è solo moderatamente sporco, puoi fare una pulizia di 60 secondi usando Randy’s Black Label. È progettato per le pipe da tabacco, ma può pulire un bong, e ha una reputazione stellare.

Non importa quale detergente chimico usiate, assicuratevi di agitare bene. Anche i migliori detergenti commerciali funzionano meglio se combinati con il sale. Una volta che hai la soluzione chimica e il sale nel bong, agita per un minuto e risciacqua dopo la pulizia.

Come pulire un bong di vetro con alcool isopropilico

Ora è il momento di concentrarsi sull’antica tradizione di usare l’alcool isopropilico per mantenere gli articoli di vetro in ottima forma. Puoi usare l’alcool al 70% per una pulizia più leggera, ma gli utenti pesanti tendono ad affidarsi all’alcool isopropilico al 91% o 99%. Ecco come pulire un bong di vetro con oggetti domestici.

A parte l’alcool, avrete bisogno di quanto segue:

  • Sale da cucina o sale grosso, perché è più grossolano. Quando lo aggiungi all’alcool, è abrasivo per la resina e i residui, il che aumenta il potere pulente della tua soluzione.
  • Pulitori di tubi; i pulitori a filo sono fantastici per raggiungere i punti difficili da raggiungere.
  • Piccoli pezzi di sughero, cotone o tessuto per tappare il gambo.
  • Fasce di gomma se il tuo bong ha diversi pezzi. Impediscono che le parti si scuotano mentre si pulisce.
  • Guanti di plastica per proteggere la pelle dall’alcool.

È ora di iniziare a pulire!
Ora che abbiamo i materiali, ecco come pulire un bong di vetro ad acqua:

  1. Rimuovi tutte le parti staccabili con particolare attenzione al gambo e alla ciotola. Assicuratevi di risciacquare ogni pezzo con acqua calda per sbarazzarvi della muffa all’interno.
  2. Aggiungi l’alcool e il sale al bong. Gli utenti esperti suggeriscono che aggiungere prima il sale è fondamentale. Altrimenti, l’alcool lo dissolve e va sprecato. Usare il tessuto/cotone/sughero per coprire il tubo e il gambo dopo aver aggiunto l’alcol isopropilico.
  3. Con l’alcool e il sale nel tuo bong, scuotilo vigorosamente per un minimo di cinque minuti. Se non sei riuscito a coprire tutti i fori, questo è il momento in cui te ne pentirai! L’alcool si rovescerà dappertutto.
  4. Devi anche immergere il tubo nella soluzione di alcool e sale per diversi minuti.
  5. Se non pulisci il tuo bong da un po’ di tempo, potresti dover ripetere tutti i passaggi precedenti almeno una volta. Se il tuo bong è eccessivamente sporco, lascialo in ammollo nella soluzione per qualche ora.
  6. Versa la soluzione nella tazza del water e tira lo sciacquone una volta finito. Immergere gli scovolini nella soluzione e usarli per strofinare gli angoli e le fessure del bong.
  7. Per una maggiore brillantezza, aggiungi una piccola quantità di sapone per i piatti. Riempite il vostro pezzo fino a riempirlo per metà d’acqua. Scuotere l’acqua saponata intorno al pezzo, e ancora una volta, tappare tutti i buchi! Dopo un minuto di agitazione, completare il processo con un risciacquo finale.

Come pulire un bong in silicone

Sarai scioccato nel sapere quanto sia facile pulire un bong in silicone macchiato. Gli utilizzatori di oggetti di vetro devono stare attenti ogni volta che li usano e li puliscono. Al contrario, la pulizia di un bong in silicone è notevolmente facile, a patto che tu abbia una lavastoviglie!

I bong in silicone sono leggeri, piccoli e durano molto a lungo. Imparare a pulire un bong in silicone è difficile quanto capire come funziona una macchina. Invece di dover rimuovere la resina o spendere soldi in alcool isopropilico, puoi pulire il tuo bong in silicone nella lavastoviglie. Perché? Perché sono praticamente indistruttibili.

Se non hai una lavastoviglie, ci sono altri tre semplici modi per pulire il tuo bong in silicone:

  • Congelare: Il silicone è resistente al calore e al freddoMetti il tuo pezzo sporco nel congelatore per qualche ora. Quando lo tiri fuori, schiaccialo e getta i pezzi congelati che escono. Questo elimina praticamente tutto il materiale solido. I fumatori di fiori possono ancora ottenere l’odore di catrame dal pezzo, tuttavia.
  • Alcool: Il silicone non è reattivo ai solventi polari, che è proprio l’alcol. Riempi il bong o il rig in silicone con alcool caldo o freddo (l’alcool caldo funziona un po’ più velocemente). Immergere il pezzo nella soluzione alcolica per una notte e risciacquare con acqua.
  • Pulitori a base di piante: Ci sono detergenti speciali con olio di cocco e vitamina E. Funzionano bene come l’alcool senza il problema di danneggiare l’impianto idraulico di casa.

Come pulire la resina da un bong

Devi imparare come pulire la resina da un bong di vetro. Se lasciate che rimanga, il sapore della resina sovrasterà il sapore dei terpeni della vostra erba. Non è facile pulire la resina da un bong, specialmente se è la prima volta. Un metodo semplice è quello di versare un po’ di alcol nel bong, seguito dal sale.

Un numero crescente di fumatori di marijuana vuole sapere come pulire un bong e salvare la resina. Dopo tutto, è ancora in grado di farti sballare, e con il prezzo della cannabis di questi tempi, ogni piccolo aiuto è utile!

Pulire la resina è facile e veloce

Tutto quello che devi fare è

  1. Porre il bicchiere ricoperto di resina in una tazza con acqua bollente. Dato che stai affumicando la resina, non aggiungere sale o alcool.
  2. La durata del tempo in cui si lascia il pezzo in acqua dipende da quanta resina si vuole. Alla fine, vedrai la resina galleggiare fino alla cima della tazza.
  3. Coprire un contenitore pulito con una stamigna e versarvi l’acqua.
  4. La resina rimane in cima al panno, quindi è facile raschiarla via. Mettila su un pezzo di carta ad asciugare.
  5. Ricorda, la resina è la roba rimasta dopo che hai finito di fumare la tua erba! Puoi fumarla e sballarti, ma non ha un sapore particolarmente gradevole.
  6. Puoi anche raschiare la resina dalla tua ciotola senza bisogno di acqua calda. Hai bisogno di un raschietto (anche una graffetta va bene!), un accendino e una pipa con molta resina. Con questi semplici strumenti, è facile pulire la resina da un bong.
  7. Sfrega l’interno del bong con la graffetta per rimuovere quanta più resina possibile.
  8. Muovi un po’ la ciotola e la resina cadrà. E’ un’ottima idea farlo su una superficie pulita!
  9. Posiziona la fiamma del tuo accendino sulla superficie della ciotola. Il tempo necessario per fare questo dipende da quanto è spesso il vetro.
  10. Quando si scalda la resina sui lati del vetro, dovrebbe essere più facile da raschiare via.
  11. Utilizza la clip per raschiare di nuovo l’interno del tubo, ma fai attenzione a non premere troppo forte per non danneggiarlo.
  12. Prendi la resina e accendila!

Come pulire la boccia di un bong

Nella nostra guida, il prossimo passo è quello di insegnarti come pulire un pezzo di ciotola per bong. Mantenere la tua ciotola in forma immacolata richiede un ragionevole grado di manutenzione. Fortunatamente, ci sono diversi modi per pulire la ciotola di un bong.

Come nel caso della raschiatura della resina, l’obiettivo è quello di rimuovere il materiale accumulato. Una graffetta ancora una volta è utile. Puoi usare la guida per raschiare la resina come un modo semplice e veloce per pulire un pezzo di tazza per un bong.

Se non siete preoccupati di conservare la resina, sbarazzarsi della melma non potrebbe essere più facile:

  1. Pre-ammollo la ciotola del bong sporco in acqua calda e detersivo. Le sostanze chimiche contenute nel liquido sono sicure per il consumo umano. Infatti, eliminano le macchie dai nostri piatti, bicchieri e posate. Se vuoi, puoi lasciare il bong nella soluzione per tutta la notte. Questo è l’ideale se si vuole fumare prima di andare a letto!
  2. Dopo l’ammollo, metti il pezzo in un sacchetto Ziploc richiudibile e versa dell’alcool nel bicchiere. Assicurati che il pezzo sia sommerso. Idealmente, verserai l’alcol nel bong. Coprire il sacchetto e agitare vigorosamente.
  3. Se il bong è sporco, l’alcool mostrerà probabilmente una tonalità marroncina. In questo caso dovrai ripetere il risciacquo con la Ziploc.
  4. Aggiungi il sale di Epsom al bong mentre è ancora nel sacchetto Ziploc. Chiudere il sacchetto e scuoterlo ancora una volta.
  5. Sciacquare accuratamente il pezzo di vetro con acqua calda per sbarazzarsi dei residui. Se trovi che piccoli pezzi di residuo sono bloccati all’interno, usa i cotton fioc per rimuoverli.

Come pulire lo stelo di un bong

Coloro che cercano di imparare a pulire il tubo di un bong scoprono presto che si tratta di un’enorme rottura di scatole. Non solo i fori si intasano, ma è anche ragionevolmente difficile raggiungere ogni parte del gambo. Un modo semplice e veloce per pulire il gambo di un bong in vetro è quello di versare del sale lungo il gambo fino a quando non è quasi pieno. Assicurati che l’asta sia ancora attaccata al bong in questa fase.

Versare alcool per frizioni fino in cima. Crea una certa aspirazione sul bong per aiutare l’isopropilico a muoversi attraverso il sale. Attenzione! C’è il pericolo di respirare i fumi dell’alcol, quindi non provate questo metodo se avete dei dubbi. Assicurati che la stanza sia ben ventilata. È probabilmente un’idea migliore mettere la mano sopra la parte superiore del bong. Ricorda, l’obiettivo è quello di creare l’aspirazione.

Continua a versare alcol e crea una pressione negativa nel bong fino a quando tutto il sale passa attraverso. Agita la soluzione mentre è nel tuo bong per una pulizia veloce, e sciacqua tutto con acqua calda. Coloro che usano questo metodo tendono ad usare l’Everclear invece dell’alcool isopropilico.

Un metodo più veloce e sicuro per pulire lo stelo di un bong è quello di mettere lo stelo in un sacchetto Ziploc. Riempilo con sale e alcol e scuotilo per qualche minuto. Puoi anche usare questo metodo per una rapida pulizia della ciotola.

Come pulire un bong con l’aceto

Un metodo alternativo per pulire il tuo bong prevede la combinazione di aceto bianco e bicarbonato di sodio. Ecco il procedimento:

  1. Riempi il bong con acqua calda. Dai al pezzo una forte scossa coprendo il bocchino e il fusto. Smaltire l’acqua sporca.
  2. Versate il bicarbonato di sodio nel bocchino, assicurandovi che aderisca al vetro all’interno. Non procedere fino a quando non si copre una grande percentuale della superficie del bong.
  3. Lasciare riposare il bong per diverse ore; la maggior parte degli utenti lo lascia per tutta la notte.
  4. Poi aggiungi qualche altro cucchiaio di bicarbonato di sodio seguito da una tazza di aceto. Un bong grande potrebbe averne bisogno di più. Coprire tutti i fori e dare un’altra scossa al bong. E’ meglio farlo sulla vasca da bagno. La reazione del bicarbonato e dell’aceto comincerà a frizzare e a traboccare.
  5. Sfrega l’interno del bong con una spazzola lunga e meravigliati di come si strofina via tutto lo sporco.
  6. Risciacquare il pezzo di vetro con acqua calda fino a quando tutto lo sporco, l’aceto e il bicarbonato di sodio spariscono.

Manutenzione preventiva per mantenere il tuo bong ragionevolmente pulito

Se non pulisci il tuo bong da un po’ di tempo, il processo descritto sopra può richiedere secoli. Ha senso fare una manutenzione preventiva per mantenere il tuo pezzo di vetro relativamente pulito. In questo modo non dovrai affrontare il lungo e impegnativo processo di pulizia profonda. Ecco alcuni consigli di manutenzione.

Utilizzare succo di limone o aceto per gestire le macchie di acqua dura

Le macchie di acqua dura non sono divertenti da rimuovere dall’interno di un bong. Inoltre fanno sembrare sporco un bong pulito. Puoi evitare che si formino versando dell’aceto nella tazza del bong e scuotendolo per un paio di minuti.

È una buona idea lasciare l’aceto sul fondo per qualche minuto. Usa acqua calda per risciacquare e lascia asciugare il bong. Puoi anche usare una combinazione di acqua calda e succo di limone. Ancora una volta, scuotete la soluzione all’interno del bong. Lasciate riposare per qualche minuto, e usate l’acqua calda per risciacquare.

Aggiungi succo di limone mentre usi il tuo bong

Quando fumi dal tuo bong, aggiungi un paio di gocce di succo di limone all’acqua. Oltre a rendere l’acqua profumata, gli enzimi contenuti nel succo aiutano ad abbattere la brutta resina che si accumula nel bong. Usatene solo una piccola quantità; troppa inizierà a sovrastare il gusto della varietà di marijuana.

Tenete il vostro bong vuoto durante la conservazione

È incredibile come molti utilizzatori di bong lascino l’acqua all’interno quando finiscono una sessione. Ok, probabilmente sei strafatto; ma ci vogliono solo pochi secondi per scaricare l’acqua del bong! Fai un rapido risciacquo con succo di limone, aceto o sale. Sarai sorpreso di quanto sia pulito il tuo bong quando ti sarà passata la sbornia.

Come pulire un bong ad acqua: Conclusione

Riassumendo, ci sono diversi modi per pulire un bong ad acqua.

Si può pulire un bong ad acqua in vetro con un risciacquo veloce, un ammollo pesante o una pulizia profonda con alcool isopropilico. Ci sono alcuni detergenti per bong sul mercato progettati per aiutarti a pulire rapidamente i tuoi oggetti di vetro.

In alternativa, metti in ammollo il tuo bong con acqua bollente mescolata a un detergente liquido per un massimo di due ore. Non vuoi spendere soldi per un detergente acquistato in negozio? Esegui una pulizia fai da te del bong immergendolo in una soluzione di alcol e sale. È un metodo di pulizia provato e affidabile, e gli utenti esperti sanno che porta a termine il lavoro quasi ogni volta.

In generale, è meglio che tu pulisca il tuo bong il più spesso possibile. Un risciacquo veloce dopo ogni sessione con ingredienti naturali può prevenire un accumulo massiccio di sostanze nocive. Una pulizia adeguata ogni settimana dovrebbe aiutarvi a godere di Tiri più lisci e puliti. Non hai nemmeno bisogno di sostanze chimiche tossiche!